Il popolo Saharawi

Sono quasi 100.000 i profughi che da quasi 40 anni vivono segregati in uno dei più grandi complessi di campi per rifugiati al mondo. Enormi distese di lamiera e sabbia nel bel mezzo del deserto del Sahara.

Li chiamano Saharawi, gente del deserto. La loro casa, il florido territorio conosciuto come Sahara Occidentale, è stato invaso dal Marocco nel 1975, costringendoli a fuggire nel deserto.

Da allora la tragedia umanitaria del popolo Saharawi è diventata una delle più lunghe e controverse di sempre. Una tragedia silenziosa, che il mondo preferisce ignorare.

Da oltre quindici anni Rio de Oro Onlus lavora direttamente all’interno dei campi profughi offrendo assistenza medica gratuita ai rifugiati, costruendo strutture sanitarie, formando il personale locale, distribuendo farmaci rari e difendendo la dignità dei disabili.